Padre e figlio di origine Slava arrestati per furto

AREZZO – Nella giornata di ieri una pattuglia di questa sottosezione, procedeva al controllo di un camper con a bordo un uomo ed un ragazzo.

Gli stessi O.K di anni 43 e O.Z. di anni 17 e quindi minorenne, dichiaravano di essere padre e figlio di etnia slava, nomadi, senza nessun documento e senza fissa dimora in Italia anche se il figlio addirittura risultava essere nato a Milano, entrambi con moltissimi precedenti penali e con decine di falsi nomi forniti via via.

Il padre alla guida del camper era in evidente stato di ebbrezza alcolica tanto che non riusciva nemmeno a fare la prova con l’etilometro.

Gli veniva contestato verbale, senza il ritiro della patente di guida, perché il soggetto non la mai presa…. Ed anche il camper gli veniva sequestrato.

Dopo le pratiche i due andavano ad Arezzo con il taxi.

Verso le ore 22.30 sempre di ieri, un’ altra pattuglia di questa sottosezione notava in carreggiata sud nei pressi di Valdichiana, un’ autocarro con due persone a bordo, pertanto decidevano di controllarlo, appena fatto cenno di accostare, il conducente del mezzo pesante accelerava cercando un’improbabile fuga, visto la non fattibilità della fuga con il mezzo industriale, gli occupanti dello stesso, fuggivano a piedi nei campi circostanti, ma venivano prontamente rintracciati e bloccati, l’autocarro risultava essere stato rubato poco prima ad Arezzo, mentre si trovava parcheggiato nella pubblica via, qui con stupore gli agenti riconoscevano negli autori del furto le due persone appiedate poco ore prima dai colleghi.

I due venivano chiaramente arrestati e condotti in carcere concludendo così……. la giornata in compagnia della Polizia di Battifolle.