Dichiarazione del Partito Democratico del Casentino

AREZZO – "Il Partito Democratico pone al primo posto dell'agenda politica casentinese la questione ''Salute'' mantenendo alta la guardia e ribadendo con forza la necessità di un'attenta politica sanitaria e sociale nel territorio con servizi adeguati e con un Ospedale di Vallata che rispetti i parametri già a suo tempo concordati .
Il Partito Democratico invita pertanto i propri amministratori a vigilare affinché nel prossimo Piano Attuativo Locale (PAL) della ASL 8, in fase di approvazione, siano contenute e finanziate in maniera chiara le richieste effettuate dalla Conferenza dei Sindaci del Casentino con il protocollo d'intesa firmato nel settembre 2006, richieste condivise e più volte riconfermate dall'Assessore Regionale alla Salute Enrico Rossi, oltre alle osservazioni inviate al Direttore Generale nel Marzo 2008 e qui di seguito riassunte:
– Consolidamento e mantenimento degli attuali parametri per la ripartizione delle risorse ospedaliere;
– Integrazione Ospedale Territorio;
– Mantenimento e potenziamento delle UU.OO. di Chirurgia Generale (ivi compresa quella d'urgenza);
– Ostetricia-Ginecologia e Medicina Generale;
– Mantenimento del punto nascita;
– Avvio delle Unità di Cure Primarie;
– Acquisto e attivazione del nuovo servizio TAC;
– Realizzazione piazzole per l'elissocorso a Bibbiena e Stia;
– Ampliamento RSA Ponte a Poppi;
– Ristrutturazione vecchio complesso ospedaliero a Bibbiena.
Il Partito Democratico invita i propri Sindaci, ad adoperarsi per il raggiungimento degli obiettivi di cui sopra , a non sopportare ulteriori ritardi nell'attuazione del protocollo d'intesa del settembre 2006, a votare in modo non favorevole al Pal in assenza delle richieste ormai da tempo definite."

Articlolo scritto da: Partito Democratico del Casentino