L’Eutelia battuta a Cagliari 76-71

ITALIA – Termina a Cagliari la stagione dell'Eutelia Scuola Basket Arezzo che non è riuscita a violare per la seconda volta il campo meno battuto di tutto il girone C della Serie B. Dopo quattro partite non ci sono più segreti per le due panchine, coach Montemurro parte con il quintetto consolidato, Dimarco in regia, Pintor e Villa Santa esterni, Pedrazzini da numero 4 tattico e Toppino sottocanestro. Per Friso dentro Marconato al posto di Cappanni, poi Lenardon, Ruini, Elia e Radaelli. L'inizio di partita vede le due squadre molto in tensione, dopo 4 minuti di gioco il punteggio è inchiodato sul 4-4. Poi una bruciante accelerazione dei padroni di casa, capaci di segnare da ogni posizione con l'Eutelia incapace di reagire. Gli amaranto in difesa non riescono a tamponare gli avversari, mentre in attacco sbagliano comodi appoggi da sotto canestro e sono molto imprecisi dalla lunetta. Con il passare dei minuti il Banco Sardegna prende il largo, fino al 30-12 della prima sirena suggellato da un canestro di Pedrazzini da 20 metri. Come in gara 4 problemi di falli per i lunghi con Toppino da una parte e Radaelli dall'altra, costretti in panchina per due falli commessi. Ad inizio secondo quarto Cagliari tocca il +23 trascinata dal pubblico, l'Eutelia è molto confusionaria ma nel momento di maggiore difficoltà gli aretini tirano fuori le unghie e punto dopo punto cominciano la rimonta. Pur tirando con percentuali molto basse, l'Eutelia riesce a chiudere a -9 (44-35) i primi due quarti, grazie soprattutto ad una difesa che fino alla fine della gara terrà in vita la Sba. Al rientro dagli spogliatoi un parziale di 9-4 in favore degli aretini riapre definitivamente la contesa, i palloni in mano sarda sono sempre più pesanti ed i problemi di falli costringono coach Montemurro a ruotare molto i propri uomini. Dimarco e Pintor non riescono a trovare più la via del canestro ma alla SBA manca il guizzo giusto per ribaltare il punteggio. I parziali dicono 48-44 al 26', 54-51 al 30', 64-60 al 36' sempre a favore del Banco Sardegna. La tripla del sorpasso di Ruini si spenge sul ferro cos' Cagliari riprende fiducia ed a spezzare l'equilibrio è una bomba di Dimarco che costringe Arezzo ad una forzata rincorsa. Toccato il + 7 con la freddezza di Salvatore e Pintor dalla Lunetta, la partita sembra chiusa, ma Rossi si inventa una tripla da 8 metri ed un assist per Marconato che riportano l'Eutelia a -3 con 26 secondi da giocare. La squadra di coach Friso è costretta al fallo sistematico, la freddezza di Cagliari dalla lunetta chiude la gara anche perchè i padroni di casa prendono il rimbalzo decisivo dopo il volontario errore di Rossi dalla lunetta. Ultimi secondi che fissano il finale sul 76-71 per il Banco di Sarrdegna che festeggia assieme al suo pubblico l'accesso in finale. L'Eutelia esce con l'onore delle armi dal parquet sardo, combattività riconosciuta anche dal pubblico locale che ha applaudito la formazione di coach Friso. Da questa partita si dovrà ripartire per costruire la prossima stagione con la speranza che sia ancora più lunga di quella appena conclusa.

TABELLINO
Banco Sardegna Cagliari-Eutelia Arezzo 76-71
Parziali: 30-18; 44-35; 54-51
Banco Sardegna: Toppino 7, Pedrazzini 13, Putignano, Risolo 1, Villa Santa 13, Pintor 19, Villani, Dimarco 19, Passa, Salvatore 4. All. Montemurro
Eutelia: Rossi 11, Elia, Landi 1, Cappanni 3, Marconato 16, Lenardon 13, Radaelli 9, Mugnai 12, Ruini 6, Lischi ne. All. Friso
Arbitri: Sticco e Latini di Budrio (BO)
Spettatori: 3000
Tiri Liberi: Banco Sardegna 24/36 (67%) Eutelia23/36 (67%)