Incredibile prova del binomio Emilio Bicocchi e Kapitol D’Argonne

AREZZO – 50 i partenti del Gran Premio, ma solo 13 hanno potuto accedere alla seconda manche e gareggiare sul percorso disegnato dallo Chef de Piste Internazionale Uliano Vezzani, incaricato dalla FEI come Delegato Tecnico per i Campionati Europei Senior di Windsor 2009 in Gran Bretagna. Un percorso veramente impegnativo, ben dotato, che ha messo a dura prova le qualità dei binomi in campo, soprattutto nella prima manche, dove abbiamo avuto modo di vedere esprimere al massimo le qualità degli atleti, aiutati da un campo, 20.000 mq di un verde particolarmente brillante, che rende più agevole il salto di qualsiasi cavallo. Nella seconda manche, che prevedeva un percorso ridotto di otto ostacoli, i cavalieri hanno dovuto esprimere non solo qualità tecniche ma si son trovati a dover fare i conti anche col cronometro. La prova di Emilio ha tenuto col fiato sospeso tutto il pubblico fino all’ultimo secondo, che dava già per vincitore il messicano Jaime Azcarraga, al traguardo con un tempo di 40.48 sec., superato però dal toscano per 70 centesimi di sec. Ottima, come sempre, la prova di Juan Carlos Garcia su Hamilton de Perhet, che per soli 66 centesimi di sec. slitta al terzo posto. A tenere alto il nome dell’Italia ci ha pensato anche la nostra Giulia Martinengo che, pur essendosi qualificata al nono posto, ha dato prova delle sue indiscutibili qualità, regalandoci un percorso veloce – 48.89sec. – che avrebbe potuto farle ottenere, senza le quattro penalità per l’errore sul quinto ostacolo, la terza posizione.
Si conclude così la prima parte del Toscana Tour 2008 che ci ha regalato un ottimo spettacolo e altissima qualità tecnica, dimostrando così di essere, come sempre, un appuntamento ai vertici dell’equitazione mondiale, atteso ed apprzzato dai migliori binomi internazionali.