Macri: “Gestione diretta della tari: un primo passo per sconfiggere l’Ato dei rifiuti”

Dichiarazione del capogruppo consiliare Francesco Macrì (Fratelli d’Italia-Alleanza per Arezzo)

Il gruppo Fratelli d’Italia-Alleanza per Arezzo saluta con grande soddisfazione la scelta operata dall’amministrazione di ritornare a una gestione diretta comunale dell’imposta tari. Siamo stati i primi a sollevare la questione con una serie di interrogazioni alcuni mesi fa. Il principio che ci guida è presto detto: vogliamo che il Comune riacquisisca tutto quanto ci è stato tolto con una politica dissennata. Il tema tari e la sua gestione da parte di Sei Toscana rappresentano, in particolare, un disastro.

A causa della concessione a Sei Toscana del servizio tari, il bilancio comunale, Merelli è stato chiaro, balla per 3 milioni di euro. Ecco cosa porta privilegiare un soggetto esterno al Comune. Chiaramente questo incide sulle possibilità di spesa dell’ente. In più, l’amministrazione pagava a Sei Toscana centinaia di migliaia di euro che adesso vengono risparmiati.

In definitiva, i rischi erano solo in capo al Comune per cui salutiamo una soluzione che va in controtendenza. Adesso auspichiamo che questa amministrazione stimoli una politica condivisa dei sindaci membri contro l’Ato dei rifiuti perché il nostro sogno è uscire da questa palude fondata su interessi politici ed economici.