Pentathlon: 4500 tesserati, movimento in crescita e De Luca già qualificato a Rio (2)

(AdnKronos) – Chi spera di arrivarci, a Rio, è l’atleta delle Fiamme Azzurre Gloria Tocchi che ha sfiorato la qualificazione con l’argento ottenuto a Minsk. “L’obiettivo primario è andare alle Olimpiadi, volevo raggiungerlo al recente campionato del mondo, non ci sono riuscita ma speriamo nel prossimo campionato europeo che si tiene questo mese in Inghilterra (il via a Bath il 18 agosto). Gli avversari più ostici sono la campionessa olimpica in carica, la lituana Laura Asadauskaite, poi ci sono russe, francesi e ungheresi, il panorama dell’europeo è di ottimo livello e bisognerà fare una gara importante per conquistare il pass per Rio”.
Uno sport difficile che chiede equilibrio ed ecletticità. “Ci sono pro e contro, sotto l’aspetto mentale come sport non è mai noioso, nell’equitazione ad esempio si deve essere bravi a trovare subito il connubio giusto col cavallo che ti è stato assegnato 20 minuti prima -spiega De Luca-. Complicato è trovare una forma fisica ideale che permetta di nuotare forte ed essere poi leggero con la corsa. Solo dopo anni di allenamento si trova un equilibrio tale da avere poi il risultato migliore”.
“Nel nostro sport conta moltissimo la scherma perché è l’unica disciplina in cui si incontra l’avversario faccia a faccia, i punti che posso guadagnare li tolgo all’avversario -prosegue De Luca-, sto lavorando molto su questo e spero di fare un risultato all’altezza e da lì con il combine che è il mio punto di forza, ho fatto il record mondiale nel 2014 a Varsavia, tiro e corsa, sia la mia giornata anche se ci sono molte variabili”.