Gastronomia, artigianato e divertimento. Sono queste le parole d’ordine della XII edizione del Mercato Internazionale, ad da venerdì 14 a domenica 16 ottobre su iniziativa della  con il patrocinio del di Arezzo e della , il contributo di Birindelli Auto Arezzo e la collaborazione di Coldiretti Imprese.

 

La tre-giorni delle eccellenze da tutto il mondo dà voce quest’anno a ben 33 Paesi di quattro continenti negli oltre 200 stand dislocati in centro storico e declina le loro particolarità dedicando a ciascuna un’area particolare.

 

A dare il via ufficiale alle “danze” il taglio del nastro, domani (venerdì 14) a mezzogiorno in via Niccolò Aretino di fronte alla maxi paella dello stand spagnolo, che sarà poi offerta ai presenti con tanto di assaggio di sangria. Confermata la presenza fra le autorità della senatrice Donella e della vicepresidente del consiglio regionale di Lucia De Robertis, della presidente di Confcommercio Anna Lapini, dell’assessore comunale di Arezzo Marcello Comanducci e del presidente della Camera di Commercio Andrea Sereni.

 

Nell’area Eden e dintorni (via Guadagnoli, via Margaritone, via Niccolò Aretino e via Spinello) si concentrerà il grosso degli stand internazionali e italiani, con una vasta gamma di prodotti da gustare o acquistare. Tra i prodotti artigianali gioielli e ambra dal Baltico, tessuti dall’India, ceramica lituana e siciliana, argenteria e oggetti in legno o pelle di provenienza varia. Vastissima la scelta nel comparto gastronomico: dal souvlaki greco alla paella spagnola, dalla thai allo stinco tedesco fino ai dolci più golosi come le minicrepes olandesi, la Sacher austriaca, la pasta di mandorle siciliana e i biscotti al burro francesi, passando per formaggi di ogni tipo, salumi e bevande. Specialità pronte da consumare sul posto, nei tavoli allestiti per l’occasione, o da portare a casa. Da non dimenticare la presenza in piazza San Jacopo dei produttori agroalimentari della provincia di Arezzo coordinati da Coldiretti, con , vino, frutta e verdura di stagione, formaggi e insaccati di cui fare scorta.

 

In piazza Sant’Agostino e nella parte alta di via Margaritone una delle novità dell’edizione 2016: la presenza dei food-truck, sorta di piccoli ristoranti su tre ruote che serviranno piatti gluten free, vegetariani o vegani, ma anche i più tradizionali panini imbottiti con lampredotto, trippa o pesce di mare, poi ricette della tradizione umbra, crepes dolci e salate, fondute, pancakes di frutta, succhi e centrifughe, “pestati” e frullati. Cose buone da mangiare, ma anche belle a vedersi, come la “patata magica” servita arrotolata intorno ad uno spiedino. E in più, dal risvolto etico come l’esperienza di Tuttigiorni on the road, il progetto di agricoltura sociale che dai campi del Valdarno approda ora ad Arezzo con tante specialità a base di verdure come la pappa al pomodoro o la caponatina.

 

Tra le curiosità da non perdere ci sono gli allestimenti dedicati alla natura in città. In piazza Sant’Agostino spunterà un di erba (sintetica) di oltre 400 mq a cura dell’azienda Agraria Vannini, con sedute e pancali per favorire improvvisati picnic. In piazza Risorgimento invece nascerà un romantico giardino d’autunno: oltre 300 metri quadrati allestiti dalla Garden Ar di Arezzo con tante piante da frutto, aromatiche e da appartamento in versione rigorosamente autunnale. A coprire la pavimentazione della piazza ci sarà una inusuale scacchiera di prati d’erba di diversi tipi, poi sassi e cortecce per le decorazioni e le pacciamature; cespugli di timo, rosmarino, salvia e menta. E ancora: le bacche commestibili di ribes, mirtilli e lamponi, poi meli, susini, peschi ed altri alberi da frutto con le foglie già arrossate dall’incedere della stagione e addirittura un laghetto con pesci rossi e giochi d’ per dare l’idea di una full immersion nella natura in pieno centro storico. A completare l’effetto scenografico, un’illuminazione studiata ad hoc, con faretti e lampioni a sottolineare la bellezza del verde, oltre alle strutture in legno a suggerire idee sull’arredo del proprio giardino. Infine, un grande braciere per arrostire le castagne e qualche curiosa anticipazione del Natale, fra cesti regalo e abeti pronti per essere decorati. In più, sabato e domenica sarà possibile vedere in piazza un artigiano impagliatore all’opera tra sedie e cesti di vimini, come da antica tradizione.

 

Per la parte dedicata al divertimento, per i più piccoli c’è il “Mercato Internazionale Kids” nella parte alta di piazza Sant’Agostino, con i gonfiabili di Wonderland Park (aperti ogni giorno dalle ore 10 alle 19), i laboratori culinari della Banda dei Piccoli Chef della Lilt  (sabato dalle 15 alle 19 e domenica dalle 10 alle 19) e le animazioni a base di bolle di sapone giganti con Giada Ruggeri (venerdì, sabato e domenica dalle 10 alle 20).

Per tutti, grandi e piccini, ci saranno poi spettacoli di danza e tanta . Nello stand spagnolo, le esibizioni di flamenco con i ballerini della compagnia El Rincon de Espana (venerdì alle ore 17.30-19.30-21; sabato e domenica alle ore 11.30- 17.30-19.30-21); in piazza Sant’Agostino “Klang On The Food” con i dj Ely Perry, Niro Perrone dj e  Giulio Etiope. (venerdì dalle 19 alle 24) e sabato 15 ottobre il concerto live dei Nos3s alle 21, preceduto alle 19 da un dj set che vedrà vari ospiti alternarsi alla consolle.