Professioni: consulenti del lavoro, guardare al domani con sempre più funzioni (3)

(AdnKronos/Labitalia) – “Vi è poi l’Asse.Co, l’asseverazione rilasciata dai consulenti del Lavoro per certificare la regolarità delle imprese nella gestione dei rapporti di lavoro, che deve trovare –spiegano i professionisti- una regolazione normativa onde poter esplicare al meglio la propria efficacia nella filiera degli appalti”.
Si tratta di “uno strumento operativo importante per il contrasto dei fenomeni di utilizzo non lecito di lavoratori nonché di gestione irregolare del rapporto di lavoro. Proposta agevolata dai contenuti del Jobs Act Autonomi, che prevede l’assegnazione in sussidiarietà agli ordini di funzioni pubbliche. Infine, altra misura di sostegno per le nuove funzioni in un mercato del lavoro che cambia è quella di una piattaforma comune che crei una vera e propria rete tra i consulenti del lavoro. Un progetto composto non solo da un gestionale dei rapporti di lavoro, ma contenente anche tante utilities e facilities necessarie per l’esercizio della professione con modalità tecnologiche e multimediali”.