Energia: è online il nuovo numero della newsletter del Gme

Roma, 15 nov. (AdnKronos) – È online, scaricabile dal sito www.mercatoelettrico.org, il nuovo numero della newsletter del Gestore dei Mercati Energetici (Gme). La newsletter si apre con un intervento di Mattia Santori e Agata Gugliotta del Rie, Ricerche industriali ed energetiche, sul futuro passaggio dal diesel all’elettrico in Europa. All’interno del nuovo numero sono pubblicati, inoltre, i consueti commenti tecnici, relativi i mercati e le borse elettriche ed ambientali nazionali ed europee, la sezione dedicata all’analisi degli andamenti del mercato del gas italiano e la sezione di analisi sugli andamenti in Europa, che approfondisce le tendenze sui principali mercati europei delle commodities.
“Il mercato dell’auto è in forte crescita e in continua mutazione. Solo nel 2018 si stima che nel mondo verranno vendute 81,5 milioni di autovetture, ovvero il doppio di quelle che sono state vendute durante tutto il corso degli anni Novanta”, sottolineano Santori e Gugliotta. Il dato, aggiunge, “conferma l’enorme boom di vendite e immatricolazioni registrato nell’ultimo decennio trainato principalmente dai mercati asiatici, dove la domanda è raddoppiata negli ultimi sette anni. Un trend positivo a cui ha contribuito anche l’Europa che, per quanto passata negli ultimi dieci anni dal 34% al 20% delle vendite mondiali di automobili, è tornata ai livelli pre-crisi per numero di veicoli immatricolati”.
Ma se le vendite aumentano in tutte le aree del globo, fatta eccezione per Brasile e Russia, è la nuova percezione ambientale ed ecologista che sta contribuendo a modificare in misura netta la composizione del parco circolante. “Se si osserva l’andamento delle emissioni delle nuove automobili immatricolate nell’Ue si nota come, rispetto ai valori del 2008, quando la CO2 prodotta dai nuovi veicoli si attestava su una media di 158,6 grammi per chilometro (g/km), le emissioni medie dei nuovi veicoli immatricolati siano scesi progressivamente fino ai 118,5 g/km delle auto vendute nel 2017”, evidenziano i due ricercatori del Rie.