Incidente treno: deraglia convoglio fuori Milano, 3 morti e 46 feriti/Adnkronos

Milano, 25 gen. (AdnKronos) – Mancavano tre minuti alle sette del mattino quando un treno, un convoglio Trenord con a bordo 350 persone, pendolari partiti da Cremona per andare a scuola o al lavoro a Milano, è deragliato all’altezza della stazione di Pioltello. Tragico il bilancio: tre i morti, tutte donne, Giuseppina Pirri di 39, Ida Milanesi di 61 e Pierangela Tadini 51 anni che viaggiavano sul terzo vagone. E’ proprio quello che esce dai binari e che, nella sua folle corsa per due chilometri, si schianta contro un palo. Sono 46 i feriti: cinque gravi, ma non in pericolo di vita.
I tecnici di Rfi hanno rilevato un cedimento strutturale a circa due chilometri dal luogo dell’incidente. Un pezzo di rotaia lungo 23 centimetri è stato ritrovato a circa 20 metri di distanza dalla sede dei binari.
Potrebbe essere stata questa la causa, ma la Procura di Milano ha aperto un’inchiesta: il fascicolo, affidato alla pm Tiziana Siciliano, ipotizza il disastro ferroviario colposo. Posti sotto sequestro l’area coinvolta nel deragliamento, il convoglio, la scatola nera, i documenti sulla manutenzione dei binari e tutto ciò che potrà essere utile agli inquirenti per ricostruire la dinamica e dunque accertare le responsabilità di quanto è accaduto.