Musica: Filarmonica della Scala, nuova stagione all’insegna del Novecento

82

Milano, 14 giu. (AdnKronos) – Si inaugura lunedì 12 novembre la stagione di concerti 2018-2019 della Filarmonica del Teatro alla Scala con un percorso legato al Novecento. Ad aprire la stagione sarà Riccardo Chailly, direttore principale della Filarmonica, e Maxim Vengerov al violino. Chailly tornerà per un secondo concerto il 29 aprile accompagnato dal violinista Emmanuel Tjeknavorian. Nel cartellone trovano spazio compositori che hanno rivoluzionato la musica del Novecento: Janáček, Britten, Dvořák, Ives, Šostakovič, Bartók e Sibelius. “Continua il percorso legato al Novecento”, ha spiegato Chailly presentando la stagione.
“Un’orchestra indipendente interamente sostenuta da privati. Un modello di successo che vogliamo continui a crescere”, ha detto il presidente della Filarmonica della Scala, Jean Pierre Mustier. Ma sono previsti anche i capolavori di Brahms, Bruckner, Bruch, Debussy, Musorgskij-Ravel, Wagner, Mahler, Mozart e Beethoven e rarità come il concerto per violoncello di Édouard Lalo.
L’orchestra ospite della Stagione è quella del Teatro Mariinskij di San Pietroburgo, diretta da Valery Gergiev, socio onorario della Filarmonica. Sul podio si alterneranno Edward Gardner, Fabio Luisi, per la prima volta Mirga Gražinytė-Tyla, Myung-Whun Chung, Michele Mariotti, al suo debutto in Stagione, e ancora Daniele Gatti e Daniel Harding.