Sanità: assessore veneto, no a via libera contraccezione gratuita (2)

6

(AdnKronos) – “Il testo così riformulato – sottolinea l’assessore – potenzia e valorizza il lavoro di prevenzione dei consultori e dei servizi per la famiglia e gli adolescenti e impegna le aziende sanitarie e i servizi territoriali a promuovere interventi educativi nelle scuole e nei confronti dei giovani e delle donne per favorire comportamenti sessuali consapevoli e responsabili, rispettosi della propria e dell’altrui dignità. Cosa ben diversa dall’offerta gratuita e indifferenziata di farmaci e dispositivi contraccettivi”.
“In questi anni di ‘culle vuote’ e di scarsa consapevolezza, in particolare tra i giovani, dei rischi commessi alle malattie sessualmente trasmissibili – conclude l’assessore – credo che siano più che mai necessari interventi professionali di informazione, sensibilizzazione e di educazione alla salute sessuale, piuttosto che il libero accesso alla pillola o a mezzi contraccettivi che, se usati impropriamente, possono anche mettere a rischio la salute delle persone”.