Anno scolastico 2016/17: criticità zero per la zona aretina di educazione e istruzione

Tanti e Rampini: “Orientamenti politici diversi, interessi comuni nel proporre servizi di qualità”

L’osservatorio regionale educazione e istruzione ha pubblicato i risultati di uno studio relativo all’anno scolastico 2016/17 sulle scuole della Toscana, elaborato sulla base di dati Istat-Eurostat e dell’anagrafe regionale degli studenti.

La zona aretina per l’educazione e l’istruzione, comprendente i comuni di Arezzo, Capolona, Castiglion Fibocchi, Civitella in Val di Chiana, Monte San Savino e Subbiano, è una delle tre in tutta la Toscana che ha fatto registrare una criticità pari a 0, risultato dell’ottimo lavoro svolto per quanto riguarda l’orientamento e la formazione professionale.

L’assessore Lucia Tanti, presidente della conferenza zonale, e l’assessore alle politiche sociali del Comune di Monte San Savino, Erica Rampini, hanno commentato con soddisfazione i risultati dello studio: “Nonostante orientamenti politici molto diversi tra i comuni che fanno parte della zona aretina, in questi anni siamo riusciti a lavorare in sinergia, anteponendo gli interessi dei bambini, degli studenti e delle loro famiglie a quelli dei partiti e delle singole amministrazioni. La politica, nella sua accezione più nobile, serve proprio a cercare e trovare quella sintesi che è necessaria per tenere unite sensibilità molto differenti. Questi risultati sono il viatico migliore per continuare a offrire ai cittadini servizi scolastici fondati sui valori della professionalità, della competenza e dell’integrazione”.