Arrestati due pakistani per furto di bottiglie di whisky

polizia municipale
sede polizia municipale di arezzo - corte dei conti

Contrasto del territorio efficace ed efficiente grazie alla sinergia delel forze dell’ordine e alla vigilanza dei cittadini.

Erano specializzati nei furti di liquori e avevano preso di mira il supermercato Famila più volte tant’è che il capo negozio quando li ha visti aggirarsi tra gli scaffali li ha subito riconosciuti. Ha, così, immediatamente avvertito i i quali, impegnati in un altro servizio, hanno a loro volta hanno avvisato la che si è recata sul posto.
I due pakistani, di 33 e 26 anni, senza fissa dimora, sono stati fermati dagli uomini del comandante Marcellino Lunghini nei pressi della stazione ferroviaria e dopo una perquisizione hanno rinvenuto la refurtiva: 7 bottiglie di whisky per un valore commerciale di circa 90 euro.

Il giudice ha convalidato l’arresto e disposto la scarcerazione dei due uomini, fissando il processo il prossimo 28 febbraio. Dovranno rispondere dell’accusa di aggravato.
Ancora una volta, grazie anche agli ottimi rapporti tra i due comandanti, Lunghini e Amodio, rispettivamente, Municipale e Carabinieri, si è lavorato in stretta sinergia per contrastare un epidosio di micro criminalità.

“Le forze dell’ordine sono chiamate ad affrontare numerose attività e purtroppo la carenza di organici è ormai un problema cronico; con queste premesse l’unica soluzione per un controllo del territorio efficace ed efficiente è la collaborazione tra forze dell’ordine. Grazie, quindi, alla sinergia tra dei due comandanti Amodio e Lunghini con i rispettivi corpi e alla vigilanza attiva da parte dei cittadini è possibile avere un controllo del territorio più preciso e puntuale” dichiara il Mario Agnelli.