“Buonanotte a Te”; un romanzo di Roberto Emanuelli

Roberto Emanuelli
Roberto Emanuelli

RECENSIONE A CURA DI ROBERTO FIORINI

“E non è vero che le persone se ne vanno anche quando amano.

Le persone, quando amano, non ci pensano nemmeno ad andarsene, perché restare è l’unico modo che hanno per respirare.

E nessuno può vivere senza respirare.

Nessuno.

Nemmeno tu”.

Capita a tutti, prima di addormentarsi alla fine di una giornata storta, di sperare che domani sia migliore.

Capita a tutti di credere nel destino.

Ma il destino, a volte, è solo una scusa.

Il destino esiste se noi ne siamo padroni.

Ti passa accanto, sta a te decidere se coglierlo al volo o lasciarlo andare.

Nei suoi c’è la vita vera.

Ama veicolare le sue parole a più persone possibili perché è fermamente convinto che sia bello essere pop.

Si chiama Roberto Emanuelli , classe 1978, capelli brizzolati, 190 mila follower su Instagram e da diverse settimane in classifica tra i romanzi più venduti in con Buonanotte a te edito da Rizzoli.

“Buonanotte a te” un romanzo di Roberto Emanuelli

I critici continuano a snobbarlo.

Ma si sa, nel nostro Paese la critica radical chic da salotto non ama particolarmente i libri apprezzati e acquistati dal pubblico.

Troppi lettori significa automaticamente bassa qualità.

E nel caso di Roberto Emanuelli la critica non si è neppure chiesta come sia possibile che nell’era dei social uno scrittore quarantenne venda così tanti libri di carta.

Quale sia la pozione magica di questo bizzarro connubio, quasi una riconciliazione tra virtuale e reale, non è così facile comprenderlo.

Lui non se ne cura e preferisce continuare a scrivere per i suoi lettori.

Ho ascoltato Roberto Emanuelli ad una presentazione.

Parla molto veloce, con un accento romano marcato e simpatico.

Ha una sincerità disarmante, nelle sue parole traspare una genuinità d’altri tempi, anche e soprattutto quando parla di sentimenti.

Da ottobre scorso i suoi romanzi sono stati pubblicati anche in Spagna e in Sudamerica.

Su i suoi fan sono 400 mila.

Una grande città, che lui chiama la mia famiglia.

E ci tiene talmente tanto che continua a confrontarsi con loro, risponde ai commenti e pubblica frasi dei suoi libri ogni giorno.

Parla d’amore con un linguaggio semplice ma profondo.

I suoi libri raccontano storie comuni in cui è facile immedesimarsi.

Come quella narrata nel nuovo romanzo.

Buonanotte a te racconta la di Sally, appena diciottenne e di Simone, avvocato trentacinquenne.

Nel mezzo ci sono tante altre storie.

Il legame tra genitori e figli, le , le delusioni, il rapporto con i professori e i compagni di , il , la voglia di cambiare direzione alla propria vita, il dolore.

Ma anche la felicità, quella che affiora qualche volta e qualche volta resta.

E la speranza che fa lottare e sorridere i protagonisti di un romanzo che si tutto d’un fiato.

L’amore è davvero qualcosa di raro e di prezioso.

Ci si innamora raramente, e quando accade si deve sfruttare quel miracolo che la vita ci porta.

Perché l’amore è un Miracolo.

Sally è esplosiva e passionale, cerca la sua strada e vive intensamente ogni giorno.

Quando ama, dona tutta se stessa, anche se sa che chi mette il cuore nelle mani di qualcun altro spesso rischia di farsi male.

Simone, invece, si è già perso.

Dell’amore sembra essersi dimenticato, perché ha fatto altre scelte: lavoro, soldi, successo, un futuro già scritto in cui adesso fa fatica a riconoscere i suoi sogni.

Eppure basta così poco per essere felici.

Sono i piccoli gesti quotidiani quelli che ti cambiano la vita.

Ed è grazie a un piccolo grande gesto che i destini di Sally e Simone si incrociano in un modo magico e inaspettato.

Perché l’amore – come scrive Emanuelli – non è quello che poteva essere e non è stato, ma quello che sarà, se lo vorrai”.

E tre.

Con Buonanotte a te Roberto Emanuelli ha conquistato il pubblico e un altro successo.

Dopo i due precedenti Davanti agli occhi e E allora baciami, lo scrittore romano ha appena superato le 50 copie vendute.

E pensare che pochi avevano creduto in questo broker assicurativo, appassionato di storie d’amore e di , e nel suo modo di scrivere.

Oggi con i suoi primi due romanzi ha venduto oltre 150 mila copie.

Questo ci insegna che la sua precisione di pensiero e scrittura ha conquistato migliaia di lettori.

Come la storia di Simone e Sally, raccontata dalle loro due voci, una maschile e una femminile, due punti di vista diversi che guardano fuori dalla stessa finestra emotiva, ci insegna che oggi è fondamentale ritornare al romanticismo di una volta.

Per affacciarsi dalla finestra e vedere il mare, la spiaggia e il cielo stellato di una notte d’amore.

Ecco la recensione: