Emergenza abitativa: il Comune incrementa l’offerta di alloggi da assegnare

edilizia-case-alloggi
edilizia-case-alloggi

Il Comune di Arezzo incrementa il proprio patrimonio immobiliare con nuovi alloggi da cedere in locazione a canone sociale. Una soluzione per contenere i livelli di disagio abitativo. Come funziona concretamente il meccanismo? Il Comune di Arezzo ha aderito all’iniziativa della Regione Toscana che mette a disposizione una disponibilità economica finalizzata all’acquisto da privati di immobili destinati a implementare il patrimonio pubblico.

Dopo di che ha emesso un bando in base al quale i privati potranno offrire alloggi con determinate caratteristiche che l’amministrazione acquisterà grazie alle suddette risorse. Tali offerte dovranno pervenire al protocollo del Comune di Arezzo, o per raccomandata o per consegna diretta, entro le 12 di giovedì 4 luglio.

Tra le caratteristiche, citiamo l’essere ubicati nel territorio comunale, corrispondere a un intero fabbricato o a una porzione di fabbricato costituito da almeno quattro abitazioni, essere gestibili autonomamente senza gravami condominiali, di nuova costruzione o integralmente recuperati, in possesso di agibilità, immediatamente accessibili e assegnabili.

Si rimanda per ulteriori informazioni al link http://www.comune.arezzo.it/il-comune/ufficio-patrimonio/settore-casa/avviso-pubblico-per-acquisto-di-alloggi-destinati-ad-incrementare-il-patrimonio-erp-del-comune-decreto-dirigenziale-regione-toscana-1-aprile-2019-n.-4830-pubblicato-sul-burt-in-data-17-aprile-2019-n.-16