Gruppo CHL, investimenti programmati per la svolta industriale del 2020  

Il nuovo anno si prospetta intenso di soddisfazioni per il Gruppo CHL che seguirà la linea tracciata nel corso del 2019 dove sono state messe a segno acquisizioni strategiche per un valore complessivo che supera gli otto milioni di euro. In ambito telecomunicazioni, infatti, sono state rilevate la società polacca Airtime, la romena Prime Exchange e l’irlandese Rubelite che, insieme a Terra e alla già controllata Nexta di Londra formeranno quella base sulla quale puntare con decisione per il lancio in Europa del nuovo brand e che questo possa essere individuato tra i punti di riferimento del comparto. Ma il Gruppo CHL non si è limitato alle telecomunicazioni e a novembre ha definito le condizioni e i termini per l’acquisizione del controllo di Aplos, realtà italiana che si occupa della rivendita al cliente finale di luce-gas-internet e telefonate. Forte di una struttura commerciale radicata sull’intero territorio nazionale, Aplos è una società in forte espansione che nel corso del corrente anno ha moltiplicato la clientela e sviluppato i fatturati.

Come operatore telefonico CHL si presenterà sul mercato internazionale con un brand unico, che integra le caratteristiche tecniche e commerciali di tutte le aziende del Gruppo, consolidando i rapporti con gli altri operatori, ottimizzando i costi e intraprendendo un’importante attività di espansione verso nuovi mercati. In tal senso sono già previste partecipazioni alle principali fiere di settore, tra le più importanti a livello continentale Londra e Berlino ed iniziative anche in altri Paesi emergenti, come l’Est Europa, dove l’interesse verso le telco e la tecnologia è in forte crescita.

Per motivi di opportunità, ancora non sono resi noti i nomi del nuovo management ma di certo è che alla guida delle telco del Gruppo CHL ci sarà un team di livello internazionale tra i più qualificati.

In Italia, invece, il biglietto da visita sarà rappresentato da Aplos che commercializzerà i servizi integrati di luce-gas e telecomunicazioni rivolti al consumatore finale. In questo ambito verrà ampliata la rete vendita con strutture nuove e dedicate al fine di coprire in modo capillare l’intero territorio nazionale e commercializzare le multy-utility unitamente a tutti i prodotti e servizi d’interesse del Gruppo CHL. Con il 1 luglio 2020, poi, ci sarà la definitiva liberalizzazione del mercato tutelato nell’energia e il Gruppo CHL si vuol far trovare pronto ad accogliere parte dei 20 milioni di utenti che dovranno necessariamente scegliere un nuovo operatore con prodotti e soluzioni convenienti, innovativi e funzionali. A tal riguardo sono già in agenda eventi, road show, incontri mirati per rappresentare direttamente al consumatore le opportunità fornite da Aplos.

Insomma, tutti gli ingredienti ci sono e l’imminenza del nuovo anno porta rinnovata fiducia per una crescita rapida ed un consolidamento del Gruppo CHL.