iGeneration – Soundcore Wakey di Anker

Di una radiosveglia difficilmente si dirà che è smart.

Può essere utile, discreta, ben costruita.

Come la Soundcore Wakey, ad esempio.

Di cui però davvero si può anche dire che sia smart.

L’azienda cinese Anker ha infatti portato innovazione in un gadget quasi dimenticato, anche perché sempre più spesso sostituito da altri apparecchi, come gli speaker bluetooth.

Nuovo appuntamento con iGeneration, la rubrica settimanale Arezzoweb.it. interamente dedicata all’High Tech.

Dai motori agli elettrodomestici, dai videogiochi all’audio, dai cellulari ai computer.

Tutto questo è iGeneration, ogni martedì alle ore 10.00.

igeneration

La radiosvelgia Wakey è anche uno speaker bluetooth, che si collega a smartphone, tablet pc e altro, e grazie a i due altoparlanti full range fornisce un suono di qualità più che accettabile.

Ma è soprattutto una radiosveglia, appunto: poco ingombrante, piacevole nelle sue linee, nel suo rassicurante color bianco latte colori, nel rivestimento di tessuto che copre anche il display e nella plastica morbida in cui è realizzata.

Smart lo diventa grazie a un’app, da scaricare gratuitamente su App Store o Play Store: permette di configurare l’orario, impostare le sveglie (fino a 15), scegliendo giorno della settimana e suono di allarme.

Con l’app è anche possibile cercare le stazioni e memorizzarle nei preferiti; in alternativa è possibile accendere e spegnere la radio dall’apposito tasto presente sulla Wakey, e si può cambiare frequenza tenendo premuti i pulsanti per il volume.

Una funzione divertente che permette di addormentarsi con suoni della natura e non solo: tra i dieci disponibili, ci sono le onde del mare, la pioggia, ma anche il treno, e si possono combinare a piacere, creando mix personalizzati.

L’idea è semplice ed efficace, e si basa sul fatto che un suono ciclico tranquillizza e permette di addormentarsi più in fretta.

La parte anteriore della radiosveglia include una serie di tasti a sfioramento, con cui è possibile comandare le funzioni principali dell’apparecchio.

Tutte le prese sono nascoste sul retro: ci sono due porte usb, utilizzabili per caricare smartwatch, smartphone e tablet, un ingresso audio, la presa per l’antenna e quella per l’alimentazione.

La parte superiore include una base per la ricarica wireless, compatibile con dispositivi a standard QI.

La batteria interna garantisce 90 minuti di autonomia se dovesse mancare l’alimentazione di rete; e comunque, appena ricollegata, la Wakey sincronizza automaticamente l’orario con quello dello smartphone.

Costa 99 euro, un prezzo ragionevole per quel che offre.

1.jpg