Intitolata a Mario Magri la passeggiata ciclabile e pedonale tra l’Orciolaia e via dei Carabinieri

Intitolata a Mario Magri (1897-1944, storico militare aretino) la passeggiata, pedonale e ciclabile, parallela a via dei Carabinieri, che inizia all’altezza del parco Ducci e termina in via Levi Civita, collegando il quartiere di Monte Falco con il quartiere dell’Orciolaia.

L’intitolazione era stata approvata dalla giunta dopo l’ok del consiglio comunale alla mozione presentata a maggio 2016 dallo storico Enzo Gradassi e dai consiglieri Angelo Rossi e Donato Caporali.

La vicenda personale dell’aretino Magri ha sullo sfondo la prima guerra mondiale, l’impresa fiumana di D’Annunzio, il fascismo e qualche oscura congiura, il confino degli oppositori, per lui durato dal 1926 al 1943, e poi la caduta del regime, la resistenza e la tragedia delle Fosse Ardeatine. Magri, uomo di assoluto rigore morale, ha condotto una vita di coerenza e rettitudine, di amore a tutto tondo per la libertà, la propria e quella degli altri, mai accettando, come lui stesso scrisse, di aggiogarsi al carro del vincitore.

Lo storico aretino Enzo Gradassi ha pubblicato un libro su Mario Magri, ribattezzato da Gabriele D’Annunzio “capitano Magro” e anche dal volume è nata la proposta dell’intitolazione.

Alla cerimonia di stamani hanno preso parte il sindaco Alessandro Ghinelli e il consigliere comunale Angelo Rossi, uno dei proponenti la mozione.​