Maltempo, nuova allerta arancione dalle 18 di oggi per pioggia, temporali e vento

pioggia-maltempo
Pioggia e maltempoo

Ancora un codice arancione per piogge, temporali, vento forte e mareggiate che interessa tutta la Toscana ad eccezione del nord-ovest, dove il codice è giallo. Lo ha emesso la Sala operativa della protezione civile regionale, con decorrenza dalle 18 di oggi, sabato 16 novembre, per rischio idrogeologico e successivamente idraulico. La durata è prevista fino alle 12 o alla mezzanotte di domani, domenica 17, a seconda delle aree e dei fenomeni previsti.

Dal pomeriggio di oggi si avrà un intensificarsi delle precipitazioni a partire dalle zone meridionali della regione, dove in serata le precipitazioni potranno assumere carattere di forte intensità. Le piogge proseguiranno domenica su quasi tutta la Toscana, più forti, localmente, sempre nelle arre meridionali.

Anche i temporali, sia oggi che domani, tenderanno ad essere più intensi sulle zone meridionali. Quanto al vento, è previsto in rapido aumento fin dal tardo pomeriggio di oggi a sud, anche con raffiche violente. Domenica il vento forte soffierà su tutto il territorio regionale.
Dal pomeriggio di oggi moto ondoso in forte aumento sulla costa meridionale e sull’arcipelago, per poi estendersi domani, domenica anche alla costa settentrionale.

Dettagli e consigli sui comportamenti da adottare si trovano all’interno della sezione “Allerta meteo” del sito della Regione Toscana, all’indirizzo www.regione.toscana.it/allertameteo.

L’amministrazione comunale di Arezzo raccomanda a tutti i cittadini la massima attenzione e di seguire le indicazioni di sicurezza, riportate nel dettaglio nella app “Cittadino Informato”. In particolare si raccomanda di prestare attenzione negli attraversamenti dei corsi d’acqua e delle zone depresse, di non sostare nelle zone circostanti gli alvei dei corsi d’acqua, di stare lontani dagli argini, di mettere in salvo i beni collocati in locali allagabili e non sostare in cantine o seminterrati potenzialmente allargabili. Attenzione anche alla caduta di rami e ai danni a strutture provvisorie che potrebbero essere causati dai venti forti.