Istituto superiore di sanità: New Dehli ampio fenomeno epidemico

L’Istituto superiore di sanità oggi con una nota ha chiesto ufficialmente di alzare l’attenzione in tutta su quello che definisce “un ampio e persistente fenomeno epidemico che coinvolge diverse strutture sanitarie, con un alto numero di pazienti colonizzati o “.

Le infezioni da Klebsiella sono da tempo note e colpiscono soprattutto le persone anziane o sottoposte a interventi chirurgici particolarmente invasivi.

Dal gennaio 2014 all’agosto 2019 sono state segnalate in Italia 58 casi di infezioni da superbatterio New Delhi, di cui 38 negli ultimi 12 mesi; la maggioranza di di questi ultimi, 30 per l’esattezza, provengono dalle strutture ospedaliere della Regione – si nella nota dell’Istituto superiore di sanità – una situazione ben diversa da quella degli anni passati quando questi batteri venivano identificati sporadicamente in Italia, in genere introdotti da pazienti che avevano viaggiato all’estero provocando focolai di limitate dimensioni e rapidamente controllati“.