Laurea in servizi giuridici, già oltre 40 iscritti. Dal 2020 nuovo corso in materia agro ambientale

Il corso di laurea triennale in servizi giuridici, curriculum “Amministrazione, sicurezza e servizi al territorio”, attivato in città a partire dall’anno accademico in corso, ha raggiunto un numero di iscritti superiore alle aspettative, tanto da far maturare la decisione di inaugurare ad Arezzo un ulteriore curriculum in materia agro ambientale. A darne notizia è stato il sindaco Alessandro Ghinelli durante una conferenza stampa cui hanno partecipato il direttore del dipartimento di giurisprudenza dell’Università di Siena, Stefano Pagliantini, e la professoressa Annalisa Gualdani docente di diritto amministrativo e diritto dei servizi pubblici. Tale obiettivo è stato possibile grazie anche alla convenzione stipulata dall’Università con il Comune di Arezzo e Anci Toscana, che hanno investito sulla formazione dei loro dipendenti.

Il corso di laurea rappresenta per la città un’importante novità formativa e didattica legata alla progettazione, programmazione e gestione dei servizi al territorio, con un focus specifico sul tema della sicurezza urbana.

Il sindaco Alessandro Ghinelli: “Rilevo con grande piacere che questo corso di laurea sta riscuotendo un successo di partecipazione tangibile. Camera di commercio e Università sono splendidi esempi di sinergia tra città storicamente antagoniste come Arezzo e Siena ed è un orgoglio per me sottolineare come due mastodonti della burocrazia, Università e Comune, abbiano portato a compimento in pochi mesi un percorso complesso ma affascinante, sintomo di una totale convergenza di idee. Il prossimo corso in materia agro alimentare si inserisce perfettamente all’interno della nostra tradizione territoriale: questo settore per la città è da sempre fondamentale e caratterizzante”.

“In due mesi di orientamento abbiamo registrato 42 iscrizioni, con la previsione di arrivare a 60 entro la fine dell’anno – ha spiegato il direttore del dipartimento di giurisprudenza dell’Università di Siena, Stefano Pagliantini. Siamo stati precursori riguardo un corso così specifico e non si tratta di una triennale periferica: la sua sede è Arezzo e solo qui si tengono le lezioni, ospitate da una struttura confortevole e funzionale come la ex casa delle culture. La consapevole risposta dei cittadini all’offerta didattica, ripaga il nostro dipartimento dell’impegno profuso”.

“Abbiamo da subito rilevato un entusiasmo evidente negli studenti – ha aggiunto la professoressa Annalisa Gualdani – sia per i temi trattati che per la possibilità di accesso ai corsi estesa ai dipendenti comunali. Non a caso ci sono iscritti che provengono da altre province della Toscana come Lucca e Prato ma anche dalla Sicilia, a testimonianza della sensibilità che si sta diffondendo ovunque riguardo l’investimento formativo in cultura”.

La convenzione per i dipendenti dei Comuni associati ad Anci Toscana prevede per loro servizi di agevolazione e sostegno: dall’adozione di un’apposita didattica differenziata alla definizione di sessioni di esame tali da garantire la massima partecipazione.