“Quo vadis, Casentino?”

Forestale - Parco del Casentino
Forestale - Parco del Casentino

sabato a Pratovecchio è in programma un incontro-dibattito sul futuro istituzionale della vallata

Un incontro pubblico per affrontare il tema della governance casentinese e del futuro degli enti locali nella vallata. “Quo vadis, ?”: è questo il titolo scelto per l’evento in programma sabato 23 marzo alle 16 nella sede delle Officine Capodarno di Stia, organizzato dalla testata giornalistica “Casentinopiù” in collaborazione con il di , con l’obiettivo di coinvolgere la cittadinanza in un confronto sul futuro istituzionale della vallata. Un tema sempre più di attualità anche in virtù dei recenti falliti per la fusione di alcuni comuni casentinesi. che si sono susseguiti a cadenza quasi regolare ma che, tranne quello tra e Stia, hanno tutti dato esito negativo. Durante l’incontro, oltre agli interventi di rito, ci sarà la possibilità da parte dei cittadini presenti di rivolgere alcune domande agli ospiti. Parteciperanno: Eugenio Giani presidente del Consiglio regionale della ; Nicolò Caleri  di , Daniele Bernardini sindaco di , Massimiliano Sestini in veste di attuale presidente dell’Unione dei Comuni ed Eleonora Ducci in veste di consigliera provinciale. Saranno presenti anche  Toni sindaco di ; Roberto Pertichini sindaco di Montemignaio; Giovanni Basagni presidente di Miniconf e di Prospettiva Casentino; Annalisa Baracchi presidente del Centro Creativo Casentino; Elisa Sassoli dell’ufficio di gabinetto alla presidenza della Regione Toscana; Francesco Trenti assessore alla cultura nel comune di Pratovecchio Stia; Stefano Falsini presidente di Falsini Building; Filippo Giabbani funzionario della Regione Toscana; Sandro Sassoli presidente del Gal Aretino; Fiorenzo Pistolesi ex sindaco di Ortignano Raggiolo; Elisa Bargiacchi studentessa e blogger; il giornalista Massimo Macconi e infine Gianni Galastri, Roberto Rossi e Filippo Vagnoli candidati a sindaco nel comune di .