Rifiuti speciali: due le possibili istanze con scadenza giovedì 28 febbraio

Ordine avvocati e Comune di Arezzo
Ordine avvocati e Comune di Arezzo

Un’unica scadenza, giovedì 28 febbraio, per due possibili istanze relative alle diverse fattispecie di rifiuti speciali. La prima è per la presentazione della documentazione a fini Tari sui rifiuti speciali non assimilati o pericolosi. I contribuenti interessati, titolari di utenze non domestiche, che abbiano già presentato dichiarazione Tari individuando distintamente i locali nei quali si producono tali rifiuti, potranno avvalersi della modulistica presente al link: http://www.comune.arezzo.it/il-comune/ufficio-tributi/tributi-comunali/tari-tassa-sui-rifiuti-2018/modulistica/domanda-riduzioni-per-rifiuti-speciali/view.

Dovrà essere allegata idonea documentazione probatoria come, a titolo di esempio, il contratto di smaltimento. Dimostrando che il trattamento di questo genere di rifiuti è avvenuto conformemente alle norme, i contribuenti stessi potranno fruire della non applicazione della Tari alle superfici ove si formano. Il termine del 28 febbraio è perentorio per ottenere questo beneficio fiscale.

Sempre a fine mese scatta la seconda scadenza, relativa all’istanza da inoltrare per godere della riduzione della parte variabile della tariffa da parte dei produttori sempre di rifiuti speciali ma assimilati agli urbani, che dimostrino di aver avviato questi ultimi al riciclo, direttamente o tramite soggetti autorizzati. Gli interessati potranno avvalersi della modulistica disponibile su http://www.comune.arezzo.it/il-comune/ufficio-tributi/tributi-comunali/tari-tassa-sui-rifiuti-2018/modulistica/domanda-riduzione-per-avvio-al-recupero-1/view