Varate le misure preventive ed interventi di controllo, relative ai servizi di trasporto collettivo di persone e studenti, per elevare il livello della sicurezza della circolazione stradale

scuolabus bambini
scuolabus bambini

In occasione di una recente riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, tenutasi in Prefettura, è stata approfondita la tematica relativa alla sicurezza sui mezzi adibiti al trasporto collettivo di persone e, segnatamente, di quello scolastico, dove è coinvolta la parte più giovane della popolazione, alla luce del grave episodio accaduto a Milano, nello scorso mese di marzo.

In sintonia con le direttive impartite dal Ministero dell’Interno, ed in relazione alle diverse tipologie di trasporto pubblico degli studenti, sono state approntate una serie di misure e di iniziative mirate ad elevare il livello di efficacia dei controlli e ad intensificare l’azione di vigilanza, in un’ottica di prevenzione di fatti illeciti e pericolosi in un ambito così delicato.

  • turismo scolastico con autobus in servizio di noleggio con conducente

L’istituto scolastico che organizza gite scolastiche o viaggi di istruzione, utilizzando l’apposito modulo fornito dalla Questura, deve comunicare alla Sezione della Polizia Stradale di Arezzo, al Comando della Polizia Locale del Comune interessato ed alla Stazione dell’Arma dei Carabinieri territorialmente competente, almeno una settimana prima dell’effettuazione del viaggio, i seguenti dati e notizie:

  • nome del conducente;
  • estremi della patente di guida;
  • targa del mezzo;
  • data e orario di partenza;
  • destinazione;
  • itinerario del viaggio;
  • data e orario di rientro in sede.

Lo stesso istituto scolastico dovrà verificare, nell’immediatezza della partenza, ovvero durante il viaggio, che non si siano verificate sostituzioni improvvise del conducente e/o del mezzo, comunicando tempestivamente agli organi di polizia le variazioni accertate ovvero altra notizia degna di rilevanza, circa eventuali comportamenti scorretti del conducente.

Tali informazioni consentiranno agli organi di polizia di programmare specifici controlli all’atto della partenza ovvero in itinere, soprattutto in autostrada e sulle grandi arterie stradali.

Gli accertamenti si estenderanno tassativamente alla regolarità documentale dei conducenti e alla perfetta efficienza dei veicoli, al rigoroso rispetto della normativa su tempi di guida e di riposo dei conducenti professionali, nonché alla puntuale verifica – per mezzo degli appositi strumenti precursori – della mancata alterazione psicofisica dei medesimi conducenti per assunzione di alcool e/o sostanze stupefacenti.

  • servizi di trasporto pubblico di linea

Per quanto riguarda i servizi di trasporto di linea, sia quelli svolti dai Comuni con mezzi e personale dell’amministrazione, sia quelli affidati a ditte esterne, individuate mediante procedure di evidenza pubblica, dovranno essere espletati puntuali accertamenti ab origine sui requisiti del personale preposto alla guida ed assunte le iniziative più idonee per scongiurare il verificarsi di possibili azioni criminose o, comunque, illecite.

In tale contesto, è essenziale la scrupolosa applicazione delle disposizioni recate dal D.M. 23 febbraio 1999, n. 88, in materia di accertamento e controllo dell’idoneità fisica e psico-attitudinale del personale addetto alla guida, valorizzando le prescrizioni che impongono di sottoporre a visita di revisione i dipendenti qualora sorgano dubbi delle loro condizioni.

Analoga intensificazione dei controlli sarà assicurata per verificare l’efficienza tecnica dei mezzi e delle relative dotazioni

Ai fini dell’attuazione delle determinazioni assunte in sede di Comitato e delle disposizioni tecnico-operative impartite dal Questore, i Comuni sono stati invitati ad assicurare il concorso dei rispettivi Comandi delle Polizie Locali, onde incrementare e rendere capillare su tutto il territorio il sistema dei controlli.

Compito dell’Ufficio Scolastico Provinciale è quello di sensibilizzare i dirigenti degli istituti scolastici in ordine ai descritti adempimenti comunicativi da assolvere in occasione delle gite scolastiche e/o di viaggi di istruzione.