Zona Rossa di Brad Thor

LIBRI per TUTTE le ORECCHIE

Paesaggi Letterali Settimanali a cura di Roberto Fiorini

 

[wpvideo GF9xWXcr]

Se non conosci ancora Brad Thor, probabilmente non sei un avido lettore di thriller politico-militari.
Thor si è affermato come uno degli autori più prolifici e di successo nel suo genere, accattivandosi le simpatia di pubblico e critica per le sue storie molto vicine alla realtà.
Il suo ultimo romanzo edito da Rizzoli è il best seller Zona Rossa, una storia avvincente in cui i servizi segreti russi riaccendono la Guerra Fredda provocando guerra e distruzione in tutta Europa.
Solo Scot Harvath, l’eroe di tutti i romanzi di Thor, è in grado di mettersi sulle loro tracce.
1.jpgUna baita sperduta nei boschi della Norvegia.
Una squadra di militari altamente addestrati pronta a colpire.
E con loro Scot Harvath, deciso a stanare l’organizzazione terroristica che ha inseguito per mezza Europa, e che ha fatto dei diplomatici del Vecchio Continente un bersaglio da abbattere. Gli attacchi perpetrati ai danni della democrazia ricordano quelli dei gruppi eversivi degli anni Settanta, ma nulla è come sembra nell’oscuro mondo dello spionaggio internazionale.
Alle spalle degli spietati assassini si muove infatti una delle agenzie di Intelligence più pericolose del pianeta, a cui è stato affidato il compito di seminare terrore, caos, dissenso: preparare il campo a un nuovo scontro globale.
E, dietro tutti, l’ombra di una Russia determinata a riconquistare il proprio ruolo di superpotenza del terrore.
La missione dell’ex Navy seal Scot Harvath e della sua squadra è fare tutto il necessario per impedire che gli Stati Uniti e gli alleati della NATO vengano trascinati in un conflitto, anche ribaltando le regole del gioco, se necessario.
Perché combattere il nemico con le sue stesse armi non basta più.
E fallire non è un’opzione.
Brad Thor è capace ogni volta di costruire storie in cui complotti e tradimenti, ma anche armi e tecniche di investigazione, risuonano reali e avvincenti alle orecchie di lettori.
Minuziose e coinvolgenti le descrizioni delle armi utilizzate dai protagonisti.
La Police Security Service (PST) norvegese, una squadra antiterrorismo altamente addestrata, è equipaggiati con HK416, lo stesso fucile d’assalto da 5,56 mm utilizzato dagli operatori speciali d’elite d’America.
La HK416 è stata progettata dalla ditta tedesca Heckler & Koch come versione aggiornata della carabina M4 standard americana.
Gli HK416 utilizzano un sistema operativo diverso rispetto al tradizionale design degli Stati Uniti, che aiuta l’affidabilità e la durata utile evitando che i gas caldi del propellente si riversino nel ricevitore dell’arma.
Harvarth invece utilizza la P229, una pistola semiautomatica da 9 mm a doppia azione, una versione ridotta della P226.
La P229 è utilizzata da varie forze dell’ordine locali e federali, tra cui l’FBI e il servizio segreto.
Una pistola eggera, pesa poco meno di due libbre e ha una capacità del caricatore di 13 o 15 colpi nella sua camera di 9mm, a seconda del modello.
Da quando ha pubblicato il suo primo romanzo, I leoni di Lucerna nel 2002, Brad Thor ha dominato tutte le classifiche di vendita nel mondo diventando uno dei più grandi romanzieri thriller politici contemporanei.
Assieme ad altri grandi scrittori come John le Carre, Frederick Forsyth, Tom Clancy, Robert Ludlum e Vince Flynn, Thor ha costruito una saga ad alto tasso adrenalinico e piena di colpi di scena dove il protagonista, Scot Harvath, salva il mondo da una piaga mortale, ferma attacchi terroristici, ostacola un tentativo malvagio di riportare l’America all’Età della Pietra.
Anno dopo anno, sia Thor che Harvath fanno il loro gioco, spingendosi costantemente oltre di loro limiti e portando la serie a nuovi livelli, sempre inaspettati e sorprendenti.

3.jpg
Brad Thor ha trascorso molto tempo a dominare le liste dei bestseller nel corso della sua carriera, eppure sembra sempre trovare un modo per migliorarsi ogni volta.
Emozioni crude, azione senza sosta e ritmo incalzante fanno del romanzo Zona Rossa una lettura piacevole anche per chi non ama particolarmente il genere.
Senza dubbio Zona Rossa è uno dei migliori romanzi di Brad Thor di sempre.
Scot Harvath ribadisce le sue incredibili capacità nell’affrontare e sconfiggere ogni sfida, anche la più importante di sempre come salvare il mondo.
Brad Thor ha collaborato con il dipartimento della Sicurezza Interna degli Stati Uniti per individuare le nuove minacce del terrorismo internazionale.
Ecco probabilmente perché è riuscito a costruire uno stile narrativo straordinario, con sequenze d’azione che lasciano senza fiato.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here