Anche ad Arezzo la manifestazione “Priorità alla scuola”

Scuola
Scuola

Manifestazione del Coordinamento “Priorità alla Scuola” anche ad Arezzo dove si è svolta davanti agli Istituti Comprensivi: Vasari, Margaritone, Cesalpino, IV Novembre e Severi. “Chiediamo al Governo, nello specifico alla ministra Azzolina, in linea al coordinamento nazionale, di avere risposte certe per riniziare a settembre con una didattica in presenza. – spiega la referente aretina Sara Turrini.

Quindi, maggiori fondi per personale docente e Ata, oltre che per la messa in sicurezza di edifici che potrebbero essere utilizzati in quanto serviranno più spazi se permarrà una situazione di convivenza con il virus. Vogliamo dire: ritorno a scuola da settembre in presenza e in sicurezza. Se ci dovesse essere, e ci auguriamo tutti di no, una nuova ondata del virus, per i nostri bambini e ragazzi dovrà esserci non solo un piano di emergenza, ma un vero e proprio piano d’azione organizzativo e didattico.

La dad non può essere l’unica soluzione: è molto complicata sia per le famiglie che per gli insegnanti e in particolar modo per i bambini più piccoli”. Ad Arezzo, al presidio davanti all’istituto comprensivo Vasari, presenti genitori e bambini. Appeso anche uno striscione, fuori dagli istituti coinvolti, con scritta la frase di Gramsci: “istruitevi, perché avremo bisogno di tutta la nostra intelligenza”.