Controlli dei carabinieri per la sicurezza stradale, raffica di denunce. Chiuso circolo per barista “al nero”

Nel fine settimana appena concluso 20 militari della Compagnia Carabinieri di Arezzo, specificatamente nell’ambito della campagna per gli interventi mirati in materia di prevenzione e contrasto all’incidentalità stradale, hanno identificato 134 persone e controllato 78 automezzi. Questo il bilancio dell’attività svolta in città dagli uomini dell’Arma: denunciato in stato di libertà un extracomunitario, poiché trovato alla guida con una patente contraffatta ed anche un extracomunitario, poiché ha contravvenuto agli obblighi imposti dalla misura preventiva del “divieto di ritorno nel comune di Arezzo”.

Nei guai anche altre nove persone, tra italiani e stranieri, trovati alla guida dei propri autoveicoli con tasso alcolico superiore ai limiti di legge (0,5 gr/lt). Lo avevano da 0,9 a 2,43 gr/lt.

Segnalato, inoltre, all’ufficio tossicodipendenze della Prefettura di Arezzo una persona trovata in possesso di 5 grammi di marijuana.

Inoltre, l’Arma di Arezzo collaborata dai colleghi del Nucleo Ispettorato del Lavoro, hanno proceduto all’ispezione di un circolo ricreativo frequentato da cittadini sudamericani, nel quale sono state accertate e contestate diverse violazioni connesse alla sicurezza ed alla prestazione d’opera. Ne è stata dichiarata la sospensione dell’attività imprenditoriale, poiché all’interno vi era occupata con le mansioni di barista una dipendente non in regola.