Coronavirus, mascherine esaurite nelle farmacie

Le notizie delle ultime ore parlano di numerosi casi di contagio da Coronavirus e due decessi in Italia. Non solo, il nostro è il Paese in Europa con più casi.

Un’emergenza internazionale e nazionale che, fortunatamente, non sta al momento coinvolgendo Arezzo. La conferma dalla Asl: “non ci sono casi ne’ sospetti, ne’ conclamati nell’aretino“. Attivato comunque il numero verde per le segnalazioni. E diramate informazioni e prassi precauzionali.

Ma la preoccupazione c’è. Tanto che, anche ad Arezzo, alcune farmacie hanno appeso cartelli segnalando che le mascherine sono esaurite.

Coronavirus: 17 test effettuati nella giornata di sabato 22 febbraio presso l’Aou Senese, tutti negativi

Sono 17 i test effettuati dalla UOC Microbiologia e Virologia dell’Aou Senese nella giornata di sabato 22 febbraio per casi sospetti di coronavirus, tutti con esito negativo. Un dato in aumento rispetto ai giorni scorsi e comprensivo di tutta l’area vasta sudest, quindi per Siena, Arezzo e Grosseto. “Ringraziamo tutto il personale del pronto soccorso e tutti i professionisti coinvolti nel percorso dedicato al coronavirus, con infettivologi, radiologi, biologi, immunologi, internisti, pneumologi, farmacisti, infermieri e operatori sanitari – spiega Roberto Gusinu, direttore sanitario – che hanno vissuto una giornata di sovraesposizione psicologica e sono stati messi alla prova da un forte aumento di richieste ed autopresentazioni legate alla paura del contagio. In tutti i casi il personale ha fatto il massimo per rassicurare i cittadini e dare sempre supporto psicologico e una pronta risposta diagnostica”.

Coronavirus, la Asl: “non ci sono casi ne’ accertati ne’ sospetti nell’Aretino”. Rossi: “numero verde intasato, non chiamate per chiedere info”

Coronavirus, la Asl: tutte le informazioni e le indicazioni utili