Elezioni comunali, ecco i sei candidati a sindaco

Elezioni - amministrative

di Claudia Martini

Sei nomi. Urne aperte il 20 settembre e la mattina del 21. Arezzo torna al voto per scegliere il sindaco. Un voto posticipato per l’emergenza Covid.

Ed ecco i candidati.

Alessandro GhinelliAlessandro Ghinelli, ingegnere, attuale sindaco, punta al mandato bis. Sostenuto dai partiti di centrodestra: Lega, Forza Italia e Fratelli d’Italia. Oltre che dalla lista civica OraGhinelli, seconda versione, di cui sta tirando le fila l’assessore Lucia Tanti. Resta l’incongnita Gamurrini, dopo lo strappo col sindaco.

Luciano RalliLuciano Ralli, medico, è il candidato del centrosinistra, sostenuto da Pd in primis, ma anche da componenti più a sinistra come Arezzo 2020 e componenti civiche come la lista CuriAmo Arezzo, guidata dal primario di urologia Michele De Angelis. È sostenuto anche da Italia Viva.

Marco Donati, ex parlamentare dem, reduce dall’uscita da Italia Viva si presenta con una lista puramente civica. I candidati sono per lo più giovani al servizio della comunità e professionisti aretini, alcuni dei quali con brillanti carriere fuori dai confini locali, che hanno deciso di mettersi in gioco per la propria città.

Daniele Farsetti, imprenditore, si presenta come candidato di Patto Civico. Temi a cuore la cultura, l’ambiente e la trasparenza amministrativa. Ex consigliere è volto noto della politica aretina con un occhio sempre attento e critico. È stato il primo a rendere nota la sua candidatura a sindaco.

Michele MenchettiMichele Menchetti, candidato dei 5 Stelle. Hanno il punto elettorale in viale Cittadini, vicino al Pionta. Tra i temi particolarmente sentiti infatti la sicurezza e la riqualificazione. Oltre a turismo e meritocrazia.

Alessandro FacchinettiAlessandro Facchinetti, dipendente Telecom, candidato del Partito Comunista che si presenta con un proprio simbolo “ne’ col Pd, ne’ col centrodestra e senza nasconderci dietro a inutili liste civiche”.