Emergenza coronavirus: proseguono le attività per gli studenti del Dipartimento di Arezzo dell’Università

università studenti pionta

Con oltre cento ore settimanali di lezione in diretta streaming o videoregistrate, colloqui con i docenti in aule virtuali e discussioni delle tesi di laurea in videoconferenza

Nonostante la sospensione delle attività didattiche per l’emergenza coronavirus gli studenti iscritti ai corsi di laurea del Dipartimento di Scienze della formazione, scienze umane e della comunicazione interculturale dell’Università di Siena, con sede ad Arezzo, ogni settimana possono seguire oltre cento ore di lezione – in diretta streaming o registrate – grazie alle piattaforme e-learning dell’Ateneo. Molti, inoltre, sono i professori che continuano a incontrare gli studenti in aule virtuali, mentre i docenti tutor, figure fondamentali nell’orientamento delle matricole, sono ora un punto di riferimento per tutti gli iscritti. Per non rallentare la carriera degli studenti, le prossime sessioni di laurea si svolgeranno a distanza e il tirocinio, così importante per l’inserimento nel mondo del lavoro, sarà riformulato, sfruttando la tecnologia dei MOOC per permettere di sviluppare competenze professionalizzanti.

“Dal cinque marzo scorso, primo giorno di sospensione delle attività didattiche – dice il direttore del Dipartimento universitario Ferdinando Abbri – i nostri studenti sono protagonisti di un cambiamento importante che ha riguardato il modo in cui si apprende in università. Stiamo mettendo a regime strategie innovative di insegnamento, di valutazione e di organizzazione in un’ottica di sostenibilità ed efficienza e guardiamo con occhi nuovi prassi consolidate per riconvertirle, grazie anche alla digitalizzazione, in processi più adatti alla nostra società. Un’efficienza che continuerà ad essere messa al servizio di tutti coloro che vivono, studiano e lavorano nel territorio aretino, nel quale il Dipartimento universitario è fortemente radicato”.