Già 24 le associazioni che organizzeranno i campi estivi nel Comune di Arezzo

bambino che colora con i pastelli in asilo
Bambino che colora con i pastelli in asilo

L’assessore Tanti: “Adesioni numerose in città e nelle frazioni, ne siamo orgogliosi
Da parte dell’amministrazione 19 scuole concesse gratuitamente e un fondo di 150mila euro per abbassare le rette delle famiglie” 

 

A oggi sono 24 le associazioni che organizzeranno i campi estivi nel Comune di Arezzo: Uisp, Progetto 5, Hallo Children, La Valle dei Cavalli, Thevenin, Koinè, I Care, Accademia Britannica, Macchia Blu, Baseball Arezzo, Nuovamente, Spazio Seme, Circolo Tennis Giotto, Comitato Scuola Aperta, Scuderia Pan, Oratorio Santa Croce, Vasari Rugby, Oratorio Don Bosco, Polisportiva Policiano, Il Chiodo Fisso, Orange Calcio, Aliotti, All Stars, Scuola Sant’Antonio.

 

“Non ci aspettavamo un ventaglio di proposte e adesioni così numerose – ha commentato l’assessore Lucia Tanti – e ne siamo orgogliosi. I campi estivi animeranno la vita dei nostri bambini e ragazzi in tutto il territorio, in centro città e nelle frazioni.

Il Comune metterà a disposizione gratuitamente ben 19 plessi scolastici e ha già stanziato un fondo di 150mila euro per abbassare le rette di tutti gli iscritti. Si tratta di uno sforzo notevole ma necessario, cui vanno aggiunti anche gli oneri indiretti, perlopiù legati agli affitti delle strutture.

Da parte mia, un ringraziamento alle associazioni, agli organizzatori, alla Asl, che ha dato un supporto fino ad oggi e che siamo certi continuerà a darlo anche nel futuro, e soprattutto all’ufficio scuola del Comune, coordinato dalla dottoressa Mara Pepi, che ha seguito con scrupolo la preparazione di un percorso ludico-ricreativo tutt’altro che agevole, visto che cade in un periodo molto particolare come questo, ancora legato all’emergenza covid 19.

Non sfugge a nessuno che il momento è assolutamente delicato e che il Comune di Arezzo, con il coraggio che ha sempre caratterizzato l’amministrazione Ghinelli, si prenderà tutte le responsabilità necessarie per garantire la sicurezza sanitaria dei campi estivi”.​