Subbiano  lavora per mettere al centro la persona

L’amministrazione comunale di Subbiano  lavora per mettere al centro la persona e crea reti che possono essere di supporto alle famiglie come è accaduto con l’associazione Nazionale Mutilati ed Invalidi Civili e il Centro di Socializzazione L’Accordo che ha permesso  l’avvio di uno sportello di servizi e ascolto A.N.M.I.C. che dal  9 marzo sarà aperto tutti i lunedì pomeriggio dalle ore 15 alle ore 18 nei locali del Centro in viale Matteotti, adiacente alla Casa della Salute e alla residenza Protetta Boschi.

“Dare sostegno alla persona e ai suoi bisogni è una delle nostre priorità” ha affermato il Sindaco di Subbiano Ilaria Mattesini” avere un servizio competente nelle materie della disabilità, capace di ascoltare  e di aiutare anche nella burocrazia il cittadino senza dover  andare ad Arezzo, significa non togliere del tempo ai bisogni dei propri familiari che si trovano in condizioni di necessità con problematiche di vita e di accesso ai servizi che riguardano la quotidianità dell’anziano, del bambini e dei giovani,  e  “continua il Sindaco ” ringrazio il Centro L’Accordo per aver compreso l’importanza di questa iniziativa”.

Un Centro, quello di Subbiano, seguito dalla Coop. Sociale L’Albero e La Rua,  che come ha detto la responsabile , Laura Ruggeri ” per noi che  viviamo le disabilità,  in modo particolare quelle cognitive, con l’apertura dello sportello ANMIC  , chiudiamo un cerchio, tanti, infatti sono i momenti in cui i familiari si rivolgono a noi operatori non sapendo come muoversi per avere servizi e agevolazioni”.

Il presidente di Anmic di Arezzo Stefano Buratti, ha fatto presente che ” l’associazione  vuole essere vicina ai cittadini  per questo in ogni vallata si è cercato di aprire uno sportello per dare risposte legate alle pratiche più svariate dall’ invalidità civile alla 104, dalle problematiche di chi vive la disabilità nel  mondo del lavoro, a chi in quello della scuola , o in famiglia “.

La responsabile dello sportello di Subbiano sarà Daniela Rizzo, ormai da anni inserita nel mondo di ANMIC. Durante la presentazione non è mancato un ringraziamento da parte del Sindaco all’ assessore al Sociale Beatrice Lusini e al  Consigliere Comunale Andrea Testi,  che, partendo da  un progetto avviato lo scorso anno, lo hanno portato a conclusione.