Montevarchi: arresto per furto aggravato di un pregiudicato di origine campane

L'uomo si è introdotto all'interno del Distretto Socio-Sanitario e, dopo aver rovistato negli armadietti di uno spogliatoio, si è impossessato di un portafoglio. Provvidenziale l'intervento di un'infermiera che lo ha colto in flagrante costringendolo alla fuga.

Una nuova operazione in materia di delitti contro il patrimonio dei Carabinieri della Compagnia di San Giovanni Valdarno ha consentito di identificare e deferire in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria un pregiudicato di origini campane, ritenuto responsabile di tentato furto aggravato.

L’uomo, un soggetto già noto alle Forze di Polizia, con alle spalle numerosi precedenti per analoghi episodi delittuosi, stavolta per portare a compimento il proprio proposito criminoso, si era introdotto all’interno del Distretto Socio-Sanitario di Montevarchi. A quel punto si era messo a girovagare per le varie stanze del complesso, finché non si era imbattuto in ciò che probabilmente cercava: uno spogliatoio, momentaneamente lasciato sguarnito. Messosi a frugare negli armadietti, aveva infine trovato un portafoglio, del quale si era immediatamente impossessato. Il furto era di fatto stato impedito solo dal casuale e provvidenziale arrivo di un’infermiera, la quale, trovandosi di fronte ad uno sconosciuto con in mano un portafoglio da donna, all’interno di un locale spogliatoio riservato ai soli addetti, aveva subito intuito quello che stava accadendo ed aveva dato l’allarme. La reazione della donna aveva colto di sorpresa il malfattore, che si dava quindi a precipitosa fuga a piedi, perdendo la presa del portafoglio, che gli cadeva sul pavimento.

Non appena ripresasi dallo spavento iniziale, la donna richiedeva immediatamente l’intervento dei Carabinieri. Subito venivano diramate le ricerche, e contestualmente inviate sul posto le pattuglie della Stazione di Montevarchi, per i primissimi rilievi. Grazie alle dichiarazioni dei testimoni e alle immagini riprese dal circuito di videosorveglianza, sin da subito il quadro emergente dalla descrizione del malfattore, nonché dal modus operandi del medesimo era estremamente chiaro e permetteva di concentrare i sospetti su un pregiudicato di origini campane, da tempo dimorante in Valdarno.

I carabinieri si sono messi quindi sulle sue tracce, seguendo un itinerario ricostruito grazie agli elementi indiziari desumibili dall’analisi delle immagini riprese dai circuiti di videosorveglianza comunali e privati disseminati lungo la via di fuga. Così facendo, il malvivente è stato rintracciato nel volgere di poche ore, presso la Stazione Ferroviaria di Montevarchi. Sebbene non fosse più in possesso del corpo del reato, il portafoglio che gli era sfuggito di mano durante la fuga, e non aveva fatto in tempo ad appropriarsi né del denaro né dei documenti. In ogni caso, il pregiudicato è stato formalmente identificato, ed i militari hanno potuto constatare che vestiva ancora gli indumenti compatibili con quelli descritti in uso al malvivente che aveva perpetrato il tentato furto presso il Distretto Socio-Sanitario. L’uomo è stato pertanto denunciato in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Arezzo per tentato furto aggravato