Il senatore Quagliariello ha visitato “Zero Spreco”

Una delegazione in visita ieri al polo tecnologico di San Zeno per conoscere la centrale a recupero totale

Arezzo. “Se penso che un governo come il governo Draghi è caduto per evitare il termovalorizzatore a Roma, non solo mi viene rabbia ma capisco anche quale deve essere la funzione di chi si occupa della cosa pubblica”. Lo ha detto il senatore Gaetano Quagliariello, al termine della visita in programma nella tarda mattinata di ieri presso la centrale a recupero totale “Zero Spreco “ di Aisa Impianti s.p.a. a San Zeno. Accolto dal presidente Giacomo Cherici, il senatore ha potuto conoscere da vicino uno degli impianti di eccellenza nazionali per il recupero integrale dei rifiuti. Ad accompagnarlo, una delegazione composta dal vicesindaco di Arezzo Lucia Tanti e il deputato Giorgio Silli.

“Per tanti anni è stata fatta demagogia, disinformazione, e sono onorato oggi di avere delle visite cosi importanti perché si comincia veramente a comprendere che c’è una ‘terza via’, quella delle centrali a recupero totale- ha detto il presidente di Aisa Impianti s.p.a Giacomo Cherici. – Non si parla più di rifiuti ma di produzione di energia e l’energia è un tema assolutamente attuale”.

“Ci sono dei pregiudizi fortissimi, dei muri che vanno abbattuti. Abbiamo visto oggi un impianto che è un capolavoro,  sotto tutti i punti di vista- ha dichiarato ai giornalisti l’on. Giorgio Silli. – E in questo momento tutto ciò che ha come appellativo ‘green’ ha un valore aggiunto. Io spero davvero che attraverso forze politiche come la nostra, favorevoli alle infrastrutture che funzionano, piano piano si riesca a superare questo muro e questo pregiudizio contro la costruzione di centrali come queste, un bene per le città e per le regioni”.