Agricoltura e salute: Asl Sud Est e INAIL insieme per parlare del valore della salute in agricoltura

Interessante convegno mercoledì 26 giugno 2019  si è tenuto all’Auditorium Pieraccini dell’ di organizzato da Coldiretti , Èpaca e il dipartimento di prevenzione ASL dell’area vasta Sud Est (, e ) a cui ha partecipato anche INAIL dal titolo “Il valore della salute nell’ Toscana”.

I aperti dal presidente di Coldiretti Arezzo sono proseguiti con il contributo di enti ed esperti che si sono soffermati su i macro dati dell’imprenditoria agricola dell’area vasta analizzando la composizione della platea degli imprenditori secondo gli indicatori delle fasce di età, e dimensioni aziendali  con l’obiettivo di programmare un’azione di monitoraggio specifica per i vari territori e le varie tipologie di imprenditori.

La Asl ha presentato i risultati di un monitoraggio fatto negli anni 2013 – 2015 dal quale è emersa, come particolarità, quella delle problematiche legate all’esposizione solare per la quale è stata avviata anche una campagna di prevenzione ad hoc.

L’INAIL, oltre alle tutele relative alle malattie professionali e infortuni sul lavoro, ha evidenziato la propria disponibilità, quale soggetto attivo nella fase del reintegro lavorativo, tramite fondi per progetti di reinserimento lavorativo di soggetti che hanno subito danni dal lavoro.

L’iniziativa  – commenta il Presidente di Coldiretti Arezzo Lidia Castellucci – nasce dalla volontà di portare a sistema una collaborazione tra Coldiretti Èpaca e Asl Toscana nel campo della prevenzione e tutela della salute degli imprenditori agricoli. L’essere protagonisti di questa società, porre particolare attenzione alla Salute, alla Persona, anche, tramite l’azione propositiva e operativa di Èpaca, rappresenta un tema nevralgico della nostra mission nell’ambito sociale”.

Un monitoraggio attivo della salute degli imprenditori agricoli da valore aggiunto al lavoro dell’imprenditore, ai prodotti, rappresenta un tassello fondamentale della formazione del lavoratore agricolo.

Durante il convegno, che si è svolto fino a tarda mattinata, un contributo importante è stato dato dalla delegata di Impresa Toscana e Arezzo Francesca Lombardi  che ha voluto sottolineare come sia importante per i imprenditori confrontarsi anche sulle tematiche della e della salute.

Il percorso avviato questa mattina durante il convegno proseguirà per tutto il 2019/2020 con l’adesione, tramite prenotazione negli uffici Èpaca di Coldiretti, agli ambulatori di prevenzione e monitoraggio attivati dalla ASL. Ambulatori che prevedono visite, esami diagnostici e formazione/ informazione preventiva gratuiti per gli imprenditori agricoli.

Un patronato attento ai bisogni dei cittadini –  concluda Il presidente Lidia Castellucci –protagonista dei sistemi di welfare locale, interlocutore sempre più autorevole di tutta la società non solo nelle materie previdenziali, ma anche nelle tematiche legate alla tutela infortunistica e delle patologie lavoro correlate“.

Una giornata importante quindi, di utile confronto sulle prospettive di un’attività che presenta grandi margini di crescita per Epaca, che ha l’obiettivo di diventare sempre più interlocutore autorevole per i sistemi di protezione sociale di questo Paese.

Coldiretti